San Biagio

Biagio di Sebaste, noto come san Biagio, è stato un vescovo e santo armeno, venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa ortodossa.

Quand è San Biagio 2022?

Al termine di ogni celebrazione eucaristica il parroco impartisce la benedizione della gola a tutti i fedeli. La festa di San Biagio 2022 a Bronte è in programma giovedì 3 febbraio.

Perché San Biagio protettore della gola?

Il martire Biagio, è ritenuto dalla tradizione vescovo della comunità di Sebaste in Armenia al tempo della “pax” costantiniana. Era anche medico e avendo guarito miracolosamente un bimbo cui si era conficcata una lisca in gola benedicendolo, venne fatto santo e dichiarato protettore della gola.

Cosa si benedice a San Biagio?

Questa volta scomodiamo il dialetto che, tradotto in italiano, recita: “A San Biagio si benedice la gola e il naso”. Tradizione vuole infatti che alla figura del Santo Armeno, San Biagio Vescovo e Martire che cade il 3 febbraio, sia associata la protezione della gola e delle vie respiratorie.

Che santo è 3 febbraio?

Biagio di Sebaste Biagio di Sebaste, noto come san Biagio (Sebastea, III secolo – Sebastea, 3 febbraio 316), è stato un vescovo e santo armeno, venerato come santo dalla Chiesa cattolica (vescovo e martire) e dalla Chiesa ortodossa.

Che santo si festeggia il 3 febbraio?

San Biagio Il santo di oggi: San Biagio San Biagio, vescovo e martire, che in quanto cristiano subì a Sivas nell’antica Armenia il martirio sotto l’imperatore Licinio (Dal Martirologio Romano).

Cosa si mangia a San Biagio?

La mattina di San Biagio (3 febbraio) è tradizione mangiare un pezzetto di panettone benedetto avanzato da Natale, per tenere lontano i malanni e proteggersi dal mal di gola. 1 feb 2022

Quando si benedice la gola?

Oggi, 3 febbraio, la tradizione cristiana celebra San Biagio, santo protettore della gola. Per questa giornata è prevista la benedizione della gola, che viene impartita usando due candele benedette nel giorno precedente, alla festa della Candelora. 3 feb 2022

Perché a San Biagio si mangia il panettone?

Come protezione contro mal di gola e raffreddori (in milanese si dice che “San Bias el benediss la gola e el nas”) si usa mangiare proprio il 3 febbraio il panettone del Natale precedente, possibilmente raffermo e conservato proprio per questo motivo. 3 feb 2022

Quale santo protegge la gola?

San Biagio Per quest motivo, San Biagio divenne un martire, Santo protettore della gola. In molte chiese, durante la celebrazione liturgica del 3 febbraio, i sacerdoti benedicono le gole dei fedeli accostando due candele. E’ usanza fare benedire le candele il giorno prima, il giorno della Candelora. 3 feb 2022

Quando si benedice la frutta?

Da dove nasce il rito delle candele o della frutta con la benedizione di San Biagio? Nato alla fine del III secolo dopo Cristo, studiò medicina e salvò un bambino. Ogni anno, il 3 febbraio, in quasi tutte le chiese cattoliche, all’interno di una celebrazione, viene inserito il rito della “benedizione della gola”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.